You are here
Home > Tycoon dello sport > Marco Tronchetti Provera

Biografia, informazioni, ultime notizie sull’imprenditore che ha firmato le ultime pagine di storia della F1 alla guida della Pirelli e del calcio, come tycoon dell’Internazionale FC (Inter).

Marco-Tronchetti-ProveraMarco Tronchetti Provera, presidente Pirelli, è uno dei manager italiani che può, a ragione, essere considerato un tycoon legato al mondo sportivo. Da diversi anni oramai il nome della “sua” azienda, nota per la produzione di pneumatici dedicati sia a vettura che a camion, capeggia in maniera orgogliosa sulla maglie dell’Inter, una delle squadre più famose del nostro campionato.

Da sempre Tronchetti Provera ha visto nello sport, oltre che una passione, anche una fonte di prestigio per la sua azienda e, di conseguenza, di guadagno.

Non è un caso che Pirelli abbia anche dato il nome ad un trofeo calcistico che si è svolto dal 1996 al 2010 che metteva di fronte, in una partita secca, l’Inter e una squadra invitata, italiana o europea. Proprio il team nerazzurro è quello che si è aggiudicato più volte la coppa, 11, mentre una volta a testa l’hanno vinto Liverpool, Real Madrid, Fiorentina e Udinese. Tra le squadre che hanno partecipato troviamo nomi come il Manchester United, la Real Sociedad, la Roma, il Bayern Monaco e il Monaco.

Sembra tuttavia che l’avventura di Pirelli come sponsor principale dell’Inter giungerà presto al termine. Secondo le ultime novità, infatti, Tronchetti Provera starebbe pensando se rinnovare il contratto di sponsorizzazione o meno. Il numero uno di Pirelli ha detto che lo farà solo se ci sono le giuste condizioni, il che significa se i nerazzurri vinceranno il campionato e parteciperanno alla Champions League. Se l’azienda di Milano dovesse decidere di non proseguire questo matrimonio che va avanti oramai da diversi anni, al momento non si conoscono ancora le alternative (si era paventato il nome di Etihad, attuale main sponsor del Manchester City, ma la società araba ha smentito l’interesse).

Oltre che nel calcio, l’interesse sportivo di Marco Tronchetti Provera si rivolge anche alla Formula 1, a confermare la grande passione (e il fiuto per gli affari) del numero uno di Pirelli per gli sport più famosi, quelli che garantiscono il maggior ritorno economico.

Dal 2011, infatti, l’azienda italiana è fornitore unico degli pneumatici di Formula 1, oltre che delle serie minori GP2 e GP3. Il contratto, inizialmente triennale, è stato poi esteso fino al 2018.

Il rapporto tra la FIA e l’azienda guidata da Marco Tronchetti Provera sembra solido, anche in virtù di pneumatici di qualità. A differenza del calcio, infatti, dove Pirelli mette “solo” il nome sulle casacche di un team, nella Formula 1 c’è un lavoro del tutto diverso, fatto anche di ingegneria e di realizzazione di gomme che devono essere solide, veloci e garantire la massima sicurezza per i piloti del “circo”. Per questo motivo già dal 2012 Pirelli ha messo in piedi un team apposito per sviluppare solo pneumatici dedicati alla Formula 1.

Pirelli, dunque, è uno dei nomi più importanti nel panorama sportivo italiano e mondiale, tutto questo è stato reso possibile anche grazie alla sagacia di Marco Tronchetti Provera, che per prima cosa è riuscito a rimettere in piedi una situazione disastrata appena arrivato alla guida dell’azienda, e poi è riuscito ad ampliare gli orizzonti in maniera sempre eccellente.

La biografia di Marco Tronchetti Provera

Nato il 18 gennaio 1948 a Milano da Silvio Tronchetti Provera e Giovanna Musati, oggi Marco Tronchetti Provera è uno degli imprenditori italiani più in vista in assoluto grazie sia alla presidenza Pirelli che a tutta una serie di incarichi rilevanti ricoperti in passato, come l’essere stato presidente Telecom Italia dal 2001 al 2006. Il padre di Marco era specializzato nel settore della metallurgia, prima come direttore del gruppo Falck, una delle più antiche aziende italiane ad operare nel settore (è nata nel 1906), poi come presidente di quella che sarebbe diventata Camfin (azienda italiana che detiene il 35% della Marco Polo Industrial Holding, che a sua volta è unico azionista Pirelli).

L’arrivo in Camfin di Tronchetti Provera è datato 1986, anno in cui vendette la Sogemar. Della nuova impresa, il Tronchetti Provera viene nominato prima A.D. e poi, nel 1995, presidente. Sempre nel 1995 entra nel Gruppo Pirelli come socio accomandatario della Pirelli & C. Sapa, che fa capo alla famiglia della moglie. Quando, nel 1992, Leopoldo Pirelli (suocero di Marco Tronchetti Provera) si dimise dopo che la scalata a Continental fallì, su proprio il milanese classe ’48 ad assumere il comando dell’azienda di famiglia.

Una volta alla testa di Pirelli, ha deciso di concentrarsi in maniera particolare solo su alcuni rami aziendali, ovvero quelli degli pneumatici e dei cavi. [cfr: Pagina Organigramma Pirelli Corporate dedicata a Tronchetti Provera]

Nonostante questo, Pirelli iniziò ad avventurarsi anche nel mondo dell’immobiliare, sempre molto proficuo, ed il primo approccio con tale mondo su lo sviluppo del progetto Grande Bicocca. L’obiettivo su quello di dare un nuovo valore a quest’area e renderla un vero e proprio punto di riferimento per tutta la zona a nord di Milano. Il progetto terminò in maniera diciamo ufficiale nel 2005, circa 20 anni dopo che venne avviato. Dopo la vendita del ramo aziendale che produceva componenti ottici modulari ad un’impresa americana, nelle casse di Pirelli arrivarono circa 4 miliardi di dollari, che servirono per acquisire una quota importante in Telecom Italia.

Grazie anche all’appoggio della famiglia Benetton, sorse la società Olimpia, che acquistò il 27% di Olivetti e divenne, di conseguenza, l’azionista più importante della società di telecomunicazioni italiana. Tronchetti Provera diventa presidente dell’azienda.

Varie novità sono state approntate sotto la guida dell’imprenditore milanese, come la pulizia del bilancio e la fusione tra Telecom e Olivetti. Tronchetti Provera lasciò la presidenza dell’azienda nel 2006, in seguito ad una incongruenza con il Governo per un ipotetico accordo tra Telecom e Rupert Murdoch.

Nel 2013 appoggia Mario Monti, insieme alla famiglia Agnelli e a Luca Cordero di Montezemolo, nel suo tentativo di essere eletto come Presidente del Consiglio.

Ad oggi è sposato con la modella araba Afef, da cui ha avuto tre figli. Noto per essere un tifoso dell’Inter, è anche questo il motivo per cui troviamo, oggi, il nome dell’azienda di pneumatici sulle casacche del team nerazzurro di Milano.

Ricopre inoltre il ruolo di Vicepresidente del consiglio di amministrazione Mediobanca [fonte: Pagina Corporate Mediobanca – asset dirigenziale – Tronchetti Provera]

Un imprenditore d’altri tempi, in gamba e davvero capace di guardare avanti.

Risorse e approfondimenti su Tronchetti Provera

Biografie

Aggregatori

Altro

Top