You are here
Home > Alimentazione e Integratori > Potassio, sodio, magnesio: i migliori amici dello sportivo

Potassio, sodio, magnesio: i migliori amici dello sportivo

Per chi pratica attività sportiva sono note le regole basilari di condotta alimentare e salutare: bere almeno 2 litri di acqua, ridurre -meglio sarebbe azzerare- il consumo di caffè e alcoolici, variare la dieta (estremamente dannoso mangiare sempre lo stesso cibo) e dormire almeno 8 ore per notte. Molti sono gli integratori venduti come imprescindibili , uno di questi è, ad esempio, l’Omega 3, oggetto più di mitologie che di dati fattuali. Di certo è che i seguenti elementi: Potassio, Sodio e Magnesio, non devono mai mancare nell’integrazione quotidiana dello sportivo.

E notare che non abbiamo utilizzato il condizionale “non dovrebbe mai mancare”, bensì il presente indicativo, imperativo: non devono mancare.

In questo articolo presenteremo i tre elementi nel dettaglio, unitamente a consigli su dove reperire -senza ricorrere ad integratori alimentari- questi preziosissimi alleati degli sportivi.

Iniziamo col dire che potassio, sodio e magnesio appartengono alla categoria dei macroelementi e cioè quei minerali presenti in quantità relativamente grande nell’organismo e che risultano fondamentali non solo nella composizione di alcuni tessuti (ossa e denti) e fluidi (sangue, saliva, sudore, urina), ma sono essenziali anche per la trasmissione degli impulsi nervosi contribuendo inoltre a numerose reazioni metaboliche.

Nella fattispecie:

il magnesio agisce sul metabolismo, sulla contrazione muscolare, sulla coagulazione sanguigna e contribuisce a mantenere in salute ossa e denti. Le fonti principali di questo macroelemento sono i cereali integrali, i legumi, le noci ed i carciofi;

il potassio agisce anch’esso sul metabolismo, permette la regolazione della pressione sanguigna e favorisce la contrazione muscolare; in natura le fonti principali sono verdura, frutta, latticini e legumi;

il sodio è fondamentale nella composizione dei fluidi organici e nella conduzione nervosa; le fonti principali sono il sale da cucina e la salsa di soia.

Reperire ed assumere questi elementi è quindi molto semplice, per scongiurarne la carenza è infatti sufficiente prestare attenzione all’alimentazione prediligendo quei cibi in cui sono presenti maggiori percentuali di sali minerali.

Per scoprire quali alimenti sono più indicati basta leggere l’etichetta, per legge infatti ogni confezione deve specificare le informazioni nutrizionali del contenuto.

Top