You are here
Home > Alimentazione e Integratori > Tutti i benefici sul metabolismo del caffè

Tutti i benefici sul metabolismo del caffè

Il caffè … ti rende magro ?

Iniziamo col dire che sono esageratamente pompati nell’opinione pubblica i supposti effetti negativi del caffè. Il caffè non ha propriamente effetti negativi, ma può amplificare problemi legati allo stile di vita sbagliato. Nei recenti studi di Scottish Health, ad esempio, non si è messa in evidenza alcuna connessione tra consumo di caffè (anche quattro tazzine il giorno) e patologie coronariche.

Tuttavia, se è opinione comune la correlazione tra caffè e stress o nervosismo, non sono diffusi allo stesso modo gli effetti benefici del caffè sull’organismo, ed i tg ne parlano come vere e proprie notizie. Il primo in classifica, almeno considerando la società attuale, si riassume in poche parole: il caffè aiuta a dimagrire. I prodotti da banco che promettono il facile dimagrimento, di solito non fanno altro che agire sul metabolismo basale, alzandolo, cosa che fa già il caffè di per sè. E come il caffè anche lo stesso the verde.

In realtà bevendo due caffè al giorno non si otterrà alcun risultato, mentre una dose di 500 mg di caffè in media al giorno riuscirà addirittura ad innalzare il metabolismo dal 10 al 25%. Considerando la quantità media di caffeina all’interno di un espresso, di una moka o di un caffè americano, risulta impossibile raggiungere una dose di 500 mg, e tuttavia può risultare confortevole e piacevole una consumazione di 300 mg. Il caffè che contiene la maggiore dose di caffeina, ed anche qui i luoghi comuni cadono, non è l’espresso, bensì l’americano. La quantità di caffeina contenuta, infatti, non ha niente a che vedere con la corposità o l’aroma del caffè, ma con la miscela usata e con la preparazione.

Il caffè americano, specie se preparato con macchine automatiche, che posseggono una regolazione automatica della quantità di acqua e di caffè macinato (120 gr di caffè per 100 ml), o con macchine da caffè a capsule,  è indicatissimo, quindi, nelle diete dimagranti, ed è consigliabile berlo tre volte al giorno: colazione, dopo pranzo e a metà pomeriggio, verso le 17,00. La cosa ovviamente molto importante è di non abbinare il caffè a panna o zucchero, poichè questo annullerebbe totalmente la spinta metabolica del caffè, introducendo molte più calorie all’interno del corpo di quante la bevanda possa farne bruciare.

Consigliatissimo per chi non apprezzasse il caffè è il the verde. Ne basta circa un litro per bruciare 50 calorie extra ogni giorno, ovvero qualcosa come 5 chili in un anno.

Top