You are here
Home > Attrezzi > La cavitazione a ultrasuoni
Cavitazione ad ultrasuoni: Globus
Cavitazione ad ultrasuoni: Globus

Le onde magnetiche che sono conosciute come ultrasuoni sono utilizzate in sempre più applicazioni e vengono emesse ad una frequenza non udibile dall’orecchio umano. Per quanto riguarda gli inestetismi del corpo, quando si parla di ultrasuoni si sta parlando dell’ultima frontiera in questo particolare campo. Soprattutto quando si parla di eliminare adiposità localizzate e cellulite un problema sempre più presente nel corpo femminile.
Spesso però le cliniche danno false aspettative alle loro clienti e in altri casi la paura per danni e complicazioni frena l’utilizzo di queste tecniche da parte di molti clienti. Prima di tutto bisogna chiarire che ci sono differenti macchine per ultrasuoni e che quindi ci sono differenti utilizzi degli ultrasuoni. A causa o grazie alla differenza di frequenza le macchine moderne non sono comparabili con quelle tradizionali e le tecniche tanto meno.

Quando si parla di “cavitazione” si sta parlando di un’operazione che viene effettuata con macchine di ultima generazione. Ovviamente la capacità di andare più in fondo nei tessuti offre risultati migliori. Quando si parla di cavitazione si parla di un fenomeno fisico che è dato dal formarsi di bolle di gas o vapore all’interno di un fluido.
Queste bolle implodono dando vita ad un rumore caratteristico che chi ha già utilizzato questa tecnica conosce. Questo avviene quando la pressione locale subisce un abbassamento che è generato dall’ultrasuono. La pressione più bassa crea un cambiamento di fase che porta la sostanza da liquida ad aeriforme lasciando formare delle cavità piene di vapore. Una volta formate aumenteranno di dimensione fino a raggiungere il collassamento (implosione), in questo modo cedono l’energia che avevano accumulato e di conseguenza generano un onda d’urto che una volta propagata è in grado di danneggiare la membrana degli adipociti. Ci troviamo di fronte ad un processo abbastanza complicato.
La cavitazione è considerata inversamente proporzionale rispetto alla frequenza , quindi se la frequenza diminuisce la cavitazione aumenta. Questo processo assommato a fenomeni chiamati micromeccanici e termici che vengono generati proprio dagli ultrasuoni riusce a creare l’effetto terapeutico che viene chiamati adipocitolisi. La definizione dei vari valori: profondità, modalità e l’entità con la qual egli effetti suddetti si verifichino è particolarmente complesso e dovrebbe essere trattato da una scienziato e forse non da un estetista.

Grazie alle evoluzioni della tecnica l’apparecchio per la cavitazione estetica è ora portatile ed economico: con circa 100€ è possibile ottenere un apparecchio base, con meno di 1000€ uno strumento pressochè professionale come Globus Lipozero. Sono diversi gli store che vendono apparecchi per la cavitazione, anche se è possibile valutare, per operatori e ordini più consistenti, di mettersi in contatto direttamente con Globus.

One comment on “La cavitazione a ultrasuoni

  1. Pingback: » Nuove Tecnologie: La Cavitazione Con Ultrasuoni Scientific Indian Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

19.457 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Top