You are here
Home > Automobilismo > Formula 1: l’importanza dei fornitori

Formula 1: l’importanza dei fornitori

In una Formula 1 in cui  mezzo e pilota vivono un rapporto simbiotico, il comparto tecnico-tecnologico assume dimensioni assai rilevanti.

Le undici scuderie che prendono parte allo show automobilistico targato FIA, anno dopo anno si affidano a fornitori esterni al fine di possedere i migliori materiali tecnici ed elettronici in grado di generare in pista quei vantaggi che consentono alle proprie monoposto di andare più veloci, di limare quei decimi di secondo necessari per arrivare davanti, per sopravanzare gli avversari.

La parte più importante di una vettura, si sa, è il motore cuore pulsante della velocità: i principali fornitori in Formula 1 sono Ferrari, Renault, Mercedes e Cosworth. Voci di corridoio affermano che dalla stagione 2014 i costruttori in grado di fornire motori, per via degli alti costi di ricerca e sviluppo, saranno solo tre per tutte le scuderie facenti parte del Circus motoristico, con la Cosworth tagliata fuori per via delle difficoltà riscontrate sullo sviluppo dei suoi motori in vista della prossima stagione.

Un’altra parte fondamentale di ogni monoposto è rappresentata dall’impianto frenante capace di ridurre al minimo gli spiattellamenti, ovvero la perdita di piccoli pezzi di pneumatico, e di garantire una minora usura delle gomme. E’ la Brembo, eccellenza tutta italiana, a fornire i propri impianti frenanti a ben cinque team di Formula 1: Infiniti Red Bull Racing, Mercedes AMG Petronas F1 Team, Sauber F1 Team, Scuderia Ferrari e Scuderia Toro Rosso.

Un’altra interfaccia importantissima delle dotazioni tecniche è il sistema di telemetria e DRS che permette la comunicazione tra le monoposto e la direzione di gara. Anche in questo caso, al fine di uniformare tutte le scuderie, la FIA ha adottato il fornitore unico che risponde al nome dell’azienda Riedel.

Altra componente peculiare, se non determinante, sono le gomme che da alcuni anni per decisioni interne alla FIA sono a fornitore unico. Dal 2011 è la Pirelli (per il mercato consumer le gomme Pirelli per macchine sportive e di lusso sono definite “gomme 4 stagioni”) a fornire le scuderie con i suoi pneumatici ad alta tecnologia che,  anche per il circuito auto non sportivo (ultimo esempio: il cinturato all season),  promettono sicurezza e prestazioni elevate.

Al Nurburgring l’ardua sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

19.587 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Top