You are here
Home > Fitness > Pedane Vibranti: Dimagrire e diminuire la cellulite

Pedane Vibranti: Dimagrire e diminuire la cellulite

Quando si parla di home fitness e di attrezzi efficaci per perdere peso o tonificare l’associazione più naturale riguarda le macchine tradizionali quali lo stepper, la cyclette, il tapis roulant ecc…, in realtà però esiste anche un’altra tipologia di strumenti che possono aiutare chi desidera modellare il proprio corpo comodamente a casa e si tratta delle pedane vibranti.

Esistono sul mercato sin dagli anni Ottanta, inizialmente furono ideate per risolvere il problema della decalcificazione che gli astronauti accusavano in seguito alle missioni nello spazio ma con il tempo iniziarono ad essere impiegate anche a livello medico per curare l’osteoporosi e successivamente anche per le riabilitazioni delle articolazioni, sino a diventare uno degli attrezzi più utilizzati per il miglioramento estetico del corpo.

Sostanzialmente la pedana vibrante è uno strumento che sfrutta le potenzialità delle vibrazioni e gli effetti benefici che esse generano sul corpo umano; le vibrazioni, infatti, creano delle continue ed involontarie contrazioni del muscolo migliorando la capacità di adattamento ai cambiamenti di posizione dello scheletro con un conseguente miglioramento sia della postura che della forza muscolare, ossea e dei tendini. La contrazione e decontrazione involontaria dei muscoli provocata dalle vibrazioni non solo migliora l’equilibrio ma riesce a generare in pochi istanti gli stessi effetti nonché i benefici che si avrebbero grazie a lunghe sedute di palestra o di corsa, con la differenza però che non è necessario compiere grandi sforzi e soprattutto non si va a sollecitare e affaticare le articolazioni.

Il fatto che le pedane vibranti agiscano attraverso le vibrazioni può indurre a confonderle con la ginnastica passiva o gli elettrostimolatori, in realtà non c’è nulla di più sbagliato poiché i principi su cui si basano sono completamente diverse. La realizzazione della pedana vibrante è nata infatti dall’esigenza di supplire alla normale attività fisica riproducendo le vibrazioni benefiche che si hanno durante la normale deambulazione o svolgendo esercizi di breve durata ma di altissima intensità che producono effetti positivi sia sulle strutture osseo-muscolari che su quelle articolari.
Durante qualsiasi movimento vengono infatti generate tantissime vibrazioni e trasmesse lungo tutto il corpo attraverso il piede, la gamba, la colonna vertebrale e il collo con enormi benefici per tutto il sistema scheletrico-muscolare.

Sul mercato, a disposizione del grande pubblico, ne esistono diversi modelli, tutti in grado di consentire, attraverso la selezione di un programma di allenamento, varie tipologie di esercizi in base alla specifica zona del corpo che si intende coinvolgere.
In ogni ciclo di allenamento con la pedana vibrante i muscoli si contraggono, la frequenza cardiaca sale ed aumenta la circolazione sanguigna, le strutture ossee si rafforzano, aumenta la secrezione di ormoni, aumenta il metabolismo, il consumo di calorie e viene stimolato il sistema nervoso centrale e periferico. L’utilizzo della pedana inoltre evita completamente movimenti bruschi e quindi eventuali possibili traumi provenienti da attività fisiche sia all’aperto che con attrezzi da palestra.

Utilizzare una pedana vibrante in modo continuativo anche per soli 10/15 minuti al giorno permette non solo di riacquistare o migliorare il tono muscolare e quindi bruciare rapidamente le calorie e, se in associazione ad una dieta ipocalorica, di perdere l’eccesso di peso corporeo, incrementando il tono muscolare degli arti inferiori e dell’addome; ma aiuta anche a ridurre la debolezza generale e i disturbi dell’equilibrio e l’instabilità dell’andatura e dei movimenti; inoltre, la stimolazione effettuata dalla pedana sulle ossa, aiuta a prevenire l’insorgere dell’osteoporosi e a limitarne l’evoluzione nei soggetti in cui questa si sia già presentata.

Top