You are here
Home > Integratori alimentari e per lo Sport

Resistenza, forza, e tempi di recupero: ciascun atleta ha le sue priorità. In riferimento alla peculiarità che uno sportivo è tenuto a sviluppare, tale caratteristica può essere eventualmente supportata e migliorata approfittando di un valido supporto, quale ad esempio la sfera inerente gli integratori sportivi.

Gli integratori sportivi, per quanto oggetto di controversie, possono rivelarsi estremamente utili. Ciò che talvolta trae in inganno consiste nella pubblicizzazione di articoli potenzialmente dannosi alla salute; l’attenzione di atleti affermati ed aspiranti sportivi dovrebbe invece ricadere su sostanze appartenenti ad una categoria differente, la cui funzionalità tuttavia si risolve in quanto promesso dagli integratori più controproducenti. Un esempio di quanto appena affermato si risolve negliintegratori alimentari naturali; tra questi vengono collocate alcune sostanze con le quali si ha modo di misurarsi quotidianamente, quali ad esempio il lievito di birra: non tutti forse sanno che il lievito di birra, dal punto di vista nutrizionale, risulta essere più che completo, in quanto riunisce al suo interno proteine, vitamine e sali minerali.

Atleti e sportivi in genere non mirano esclusivamente al recupero di quanto hanno perso. Molto spesso, infatti, gli stessi ambiscono ad accrescere le proprie peculiarità fisiche, facendo leva su uno sviluppo sopraelevato della propria forza e della propria resistenza fisica. L’aumento di tali requisiti, al fine di superare l’entità dello sforzo compiuto, viene spesso assistito dall’assunzione di integratori alimentari sportivi.

Alcune categorie di sportivi, quali ad esempio i body builder, affiancano alla pratica una massiccia quantità di integratori alimentari a base di proteine, associati a bevande di amminoacidi ramificati: tale scelta è collegata alla convinzione che gli amminoacidi ramificati fungano da incentivo alla sintesi delle proteine, favorendo in questo modo l’aumento della massa muscolare.

Attualmente sportivi provenienti da ogni dove ed appartenenti ad ogni ramo consumano ingenti quantità di creatina e carnitina; anche in questo caso si tratta di una condizione derivante da aspettative di rapida crescita e miglioramento delle proprie potenzialità. L’organismo umano è in grado di assicurare una naturale produzione di entrambe, seppure in differenti quantitativi: la produzione di energia ricollocabile a tali elementi, comunque, differisce notevolmente da quanto gli sportivi credono di ottenere introducendoli nel proprio sistema.

Le sostanze sopra citate, e molte altre ancora, non dispongono di alcuna prova certa che attesti la loro facoltà di aumentare massa muscolare e resistenza; molti atleti cadono in errore, credendo che un’assunzione spropositata degli integratori alimentari sportivi non conduca all’insorgere di gravi problematiche; nonostante la maggior parte di questi non sia considerata come un farmaco, l’abuso degli stessi può condurre a gravi problemi gastrointestinali, correlati eventualmente da crampi e ritenzione idrica.

Indipendentemente dalla categoria di appartenenza, un elemento sul quale ogni sportivo può far leva corrisponde agli amminoacidi ramificati. In linea di massima, questi ultimi dispongono della facoltà di ripristinare il normale funzionamento delle fibre muscolari, in particolar modo dopo che queste hanno dovuto affrontare una condizione di forte stress. Tra gli amminoacidi ramificati è possibile nominare quello avente origine dall’unione tra glicina e arginina, le quali garantiscono un minor accumulo di acido lattico ed un utile supporto durante lo sforzo che si intende compiere. L’amminoacido appena citato, se assunto sotto forma di integratore, è in grado di fornire un valido sostegno tanto prima quanto dopo l’attività fisica oggetto d’interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

19.419 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Top