You are here
Home > Motociclismo > Valentino Rossi: ritorno al centro della scena?

Valentino Rossi: ritorno al centro della scena?

Valentino Rossi.

Un fuoriclasse il cui genio ha fatto sognare ed appassionare al mondo delle monto una grande fetta di pubblico prima indifferente. Valentino Rossi, il “Dottore” per i suoi fan, aveva però lasciato l’amaro in bocca un po’ a tutti gli amanti del motociclismo con le sue prestazioni degli ultimi due anni. In questo periodo, il campione ha trascorso due deludenti stagioni con la Ducati per un matrimonio dal valore economico di 14 milioni di Euro annui.

Chiaramente però non era quella la strada. Valentino Rossi, per il MotoGp 2013, torna in sella alla Yamaha M1 e la differenza si fa sentire.

La gara che abbiamo visto disputare in Qatar aveva dello straordinario. Rossi è stato capace di rimontare, dopo un errore commesso nel sorpasso di AndreaDovizioso, dal settimo al secondo posto, lasciando davanti a sé soltanto il precisissimo ed impeccabile compagno di squadra Jorge Lorenzo. Il duello di Valentino per il terzo posto con l’esordiente Marc Marquez, della scuderia Honda, è stato combattuto a colpi di sverniciate e si è concluso solamente a pochi giri dalla conclusione: Rossi lo supera al diciannovesimo giro, Marquez lo sorpassa alla prima curva del ventunesimo (a due dalla fine), per poi essere definitivamente staccato dal pilota italiano soltanto due curve dopo.

Ma non sono i risultati ed i numeri a stupire e lasciar sperare che il campione sia effettivamente tornato nell’Olimpo del motociclismo. Quello che veramente colpisce è il tenore della gara svolta da Valentino, una competizione piena di entusiasmo e di grinta, di energia e di ritrovata fiducia. La confidenza e la sensazione di guidabilità che il pilota di Tavullia ha con la Yamaha è di una qualità che sfiora il magico.

È ancora presto per capire se Valentino Rossi potrà tornare al centro della scena motociclistica, ma c’è da dire una cosa: questo Mondiale  ci tiene con il cuore in gola fin dal primo giro.

Top