You are here
Home > Sport Individuali > Atletica

Nel progresso della civiltà l’atletica è sempre presente come una delle espressioni più spontanee delle qualità fisiche dell’uomo, le varie specialità hanno infatti, in un certo senso, accompagnato l’uomo fin dalla sua comparsa sul pianeta: la corsa e i salti per inseguire e fuggire, i lanci per cacciare e difendersi.

Da sempre considerata regina dei giochi olimpici antichi e moderni, l’atletica leggera è stata la prima ad essere introdotta da Pierre de Coubertin nel programma olimpico del 1896, ed è proprio in quegli anni che si affermò e s diffuse largamente in tutti i continenti. (In Italia il primo campionato di atletica si disputò nel 1897).

Forza, velocità, resistenza, coordinazione, mobilità articolare ma anche intelligenza e grinta sono alla base di questo sport spettacolare (per la capacità di continuo progresso della prestazione umana, che permette di assistere ogni volta ad un evento unico ed imprevedibile) e complesso per la grande varietà di espressioni in esso racchiuse. Le tre componenti fondamentali e che danno origine al programma ufficiale di atletica leggera, sono corsa salti e lanci.

Il campo di atletica è formato da:

la pedana del salto in lungo, con una fossa di caduta colma di sabbia e che deve avere la misura minima di 2,75 X 6 m;

la pedana del lancio del giavellotto con il relativo settore di caduta dell’attrezzo, dove si posizionano i giudici misuratori;

la ‘riviera’ dei 3000 siepi, un particolare ostacolo che deve essere superato 7 volte nel corso della gara; la fossa è quadrata e misura 3,66 m di lato, immediatamente sotto l’ostacolo è profonda 70 cm, poi la profondità decresce fino al livello della pista;

i blocchi di partenza dei 200 m (gara in cui si prte in curva per poi terminare in rettilineo), disposti secondo il sistema di décalage (sfalsati) in modo che tutti gli atleti percorrano la stessa distanza;

la pedana del lancio del peso (circolare e che misura 2,13 m) con relativo settore di caduta (con un’ampiezza di 40°);

blocchi di partenza dei 100 m (gara che si svolge in rettilineo e quindi non ha bisogno del sistema di décalage).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

19.419 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Top