You are here
Home > Sport Individuali > Regate e Gare di Motoscafi

Non è raro vedere lungo le coste vele colorate che solcano le acque e si danno battaglia per la conquista del primo posto durante la regata nautica, ma in estate queste competizioni rallentano il ritmo, riprendendo a pieno ritmo a partire da Settembre. L’estate infatti è la stagione delle gare di motonautica, a partire da giugno, fino a tutto settembre, si svolgono campionati offshore e delle diverse categorie.

Manifestazioni che mettono alla prova i propulsori di barche potenti e veloci, come i famosi motori marini Mercury. Tra le gare della stagione 2012, una delle prime è stata ad Igea Marina con il “Campionato Italiano Endurance” che si è tenuta il 30 giugno e l’1 luglio.

Spettacolare anche il “Roma Offshore Speed Race 2012”, dal 18 al 22 luglio, una gara regolamentare della FIM che si svolgerà nello specchio di mare che va dal Porto turistico di Roma, fino all’isola di Ponza, una vera maratona tra le gare di motonautica. Sempre affascinanti le competizioni offshore o comunque di motonautica, che si svolgono in Sud Africa, come quella del  Gabon, dove si scontreranno i superveloci offshore della Classe 1.

Uno dei campioni di questa manifestazione, è sicuramente l’italiano Guido Cappellini che si esibirà il 12 luglio sul suo bolide “Spirit of Gabon” revisionatop da pochissimo a Monaco, dove tra l’altro sono stati installati 2 motori nuovi Mercury V8. Regate veliche e gare di motonautica, 2 generi completamente diversi che appassionano un pubblico molto differente, ma che hanno in comune il “terreno di gioco”: l’acqua.

Le regate sono caratterizzate dal silenzio, dai colori degli spinnaker, per vincere una gara di questo tipo bisogna essere degli esperti conoscitori del vento e del mare ed avere anni di esperienza nel campo. Purtroppo gli incidenti nella motonautica, sono veramente pericolosi e spesso i piloti riportano gravissime lesioni, tutto ciò a causa dell’alta velocità, come nel caso del pilota William Nocker che ha perso la vita proprio nel Gran Prix del Gabon, durante il Campionato Mondiale.

Forse meno pericolosi gli incidenti in mare in barca a vela, ma non meno problematici, può capitare infatti che l’albero si spezzi o il timone vada in avaria o che la barca imbarchi acqua e a tal punto è fondamentale che l’imbarcazione disponga di un buon propulsore, come quelli dellaMercury, in grado di riportare la barca in porto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

19.457 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Top