You are here
Home > Sport > Wrestlemania 29

Wrestlemania 29

Il 7 aprile la WWE ha dato ancora spettacolo al MetLife Stadium di New Jeresey, nell’area metropolitana di New York, “ritornando a casa” dopo una lunga assenza.

L’attesa e la portata dell’evento sono state impressionanti: soltanto il giorno d’apertura dei botteghini sono stati venduti 52.029 biglietti, battendo qualsiasi precedente record. Gli occhi sono puntati sullo scontro per il titolo fra John Cena ed il nuovo “vecchio” campione WWE The Rock.

L’evento è stato inaugurato da un match pre-show per il titolo intercontinentaleThe Miz contro Wade Barrett. Il match diretto da Marc Harris si conclude con una Figure 4 Leglock che tiene al suolo Barrett oltre il conteggio massimo, assicurando a The Miz il titolo di campione intercontinentale WWE.

A seguire, un 6-Men Tag Team Match che vede sul tappeto The Big Show, Randy Orton e Sheamus contro The Shield (Dean Ambrose, Seth Rollins e Roman Reigns) in uno scontro molto avvincente. The Shield si dimostra però imbattibile;  dopo l’incontro gli sconfitti non mancano di sferrarsi a vicenda KO Punch assicurando un grande spettacolo.

L’importante WWE Tag Team Championship ha visto opporsi il Team Hell No (Kane e Daniel Bryan) a Dolph Ziggler e Big E. Langston (con AJ). Gli attuali campioni del Team Hell No, dopo un match abbastanza interessante, sono riusciti a difendere il titolo restando detentori del titolo di coppia WWE.

La lotta per il World Heavyweight Championship fra l’attuale possessore Alberto del Rio e lo sfidante Jack Swagger ha visto il primo riaffermare la propria superiorità in uno scontro però abbastanza banale e privo di tratti salienti. Il campione latino riesce comunque a riconquistare il titolo, costituendo una delle poche eccezioni di colore in uno sport largamente dominato dai bianchi.

Di tutt’altra levatura è il match tra The Undertaker e CM Punk: seppur prevedibile nel risultato (era inconcepibile che il primo venisse sconfitto, perdendo così il suo record inattaccabile), i due sfidanti hanno fatto faville ed entusiasmato il pubblico.

Il No Holds Barred Match tra Triple H (con Shawn Michaels) e Brock Lesnar (con Paul Heyman) aveva invece un’alta posta in gioco: qualora Triple H fosse stato sconfitto, si sarebbe dovuto ritirare. Almeno 5 kimura ribaltate, sediate e martellate consegnano a Triple H tutti gli onori ed i meriti del vincitore.

In conclusione della serata, finalmente il Main EventJohn Cena contro l’attuale detentore del titolo The Rock. Il match si è svolto ad un ritmo più lento del solito per venire incontro alle esigenze del fisico e dell’allenamento di Rocky; lo scontro però si mantiene assolutamente spettacolare e permette di consacrare il grande John Cena tra le leggende del Wrestling. Dov’è il campione adesso, solo pochissimi altri wrestler prima di lui hanno potuto affacciarsi. The Rock svolge però alla perfezione il suo compito, concludendo il match tra un abbraccio amichevole e molti fuochi d’artificio.

 

 

Top