You are here
Home > Viaggi > Perché un viaggio… può fare bene alla salute

Perché un viaggio… può fare bene alla salute

Viaggiare è divertente ed istruttivo, questo si sa, ma fa anche bene alla salute.

Lo confermano studi scientifici e medici: il viaggio fa bene al corpo e alla mente.

Ecco perché.

Benefici del viaggio sulla mente

Già il fatto di conoscere posti nuovi, imparare, distrarsi e staccare dalla routine ha, di per sé, vantaggi fin troppo evidenti sullo spirito.

Ma non solo.

E’ provato da studi medici e scientifici a riguardo, che viaggiare aiuta notevolmente e concretamente a combattere lo stress e la depressione.

Il viaggio fa aumentare i livelli della serotonina, la cosiddetta molecola della felicità, e tende a rilassare.

Ne deriva che l’ansia diminuisce, mentre il tono dell’umore si alza.

Non a caso, e questo lo abbiamo sperimentato tutti, dopo una vacanza si torna a casa ritemprati, più sereni, riposati e con una sensazione di benessere mentale difficilmente raggiungibile in altri modi.

La maggiore consapevolezza culturale che viaggiare comporta infine, aumenta la flessibilità cognitiva, rende la mente più acuta e creativa e stabilizza l’emotività.

I benefici sono ancora maggiori se si trova una struttura ricettiva che offre tutto il necessario per farci stare bene, come un hotel con parcheggio gratuito a Riccione, oppure un agriturismo con ristorante a Rimini, per stare in mezzo alla natura, oppure ancora un hotel con Jacuzzi in camera ad Ancona, e così via.

Benefici del viaggio sul corpo

Cominciamo con il dire che alcune ricerche in merito, dimostrano che chi viaggia ha meno probabilità di sviluppare patologie cardiache.

Ciò avviene principalmente perché esso costringe a restare attivi, sia che si scelga di camminare alla scoperta di meraviglie storiche, artistiche ed architettoniche, sia che, invece, si opti per il mare, dove camminare sulla spiaggia e nuotare costituiscono due attività eccellenti per il fisico.

Se poi si approfitta della vacanza per praticare uno sport, ecco che i benefici aumentano ancora.

E non finisce qui.

Viaggiare migliora anche il sistema immunitario (che in periodo di pandemia risulta persino più importante del solito), perché l’esposizione ad ambienti diversi “forgia” l’intestino e l’organismo in generale.

A differenza di quanto molti ritengono infatti, entrare in contatto con nuovi batteri non è sempre controproducente perché il corpo tende, per sua natura, ad adattarsi e diventa in tal modo più resistente alle aggressioni provenienti dall’esterno.

Insomma viaggiare (in questo periodo adottando tutte le precauzioni del caso ed attenendosi alle disposizioni di legge), fa molto di più e meglio di qualsiasi integratore.

Top